mercoledì 23 settembre 2009

svolta

ciao ragazze...
vi scrivo che cosa mi è successo ieri perchè, beh, è successo di tutto...
ma lo faccio nel modo più asciutto che riesco...vorrei riuscire ad essere essenziale...anche perchè, lo confesso, non ho molta voglia di parlarne.
ieri mattina mia madre mi ha svegliato più agitata del solito, urlando: - e adesso, una mega colazione!-. mi ha portata in cucina, dove troneggiava una tazza di cappuccino con tre fette biscottate spalmate di marmellata...rapido calcolo mentale: cappuccino+ fette biscottate+ marmellata= 280 calorie. non potevo mangiare!!!!
era troppo per me. ho cominciato a sclerare, a dar di matto dal nervosismo, poi ho provato ad uscire dalla cucina, ma mia madre era davanti alla porta...abbiamo lottato per qualche secondo, poi io ho afferrato una fetta e gliel'ho spiaccicata sulla maglietta, sperando che con questo mi avrebbe mollata - e allora sarebbe stato un attimo afferrare la cartella, uscire dalla porta e correre verso la scuola, verso la libertà...
ma non è andata così. lei mi ha tenuta ferma e ha cominciato a picchiarmi, a darmi schiaffi in faccia urlando:-mangia, anoressica del cazzo!-.
mia sorella, poverina, piangeva. mi ha fatta sedere che tremavo e mi ha fatto coraggio mentre, tremando e piangendo, mandavo giù il cappuccino e le fette biscottate. ma non era finita. dopo colazione, mia mamma ha cominciato a dire che non voleva mandarmi a scuola...
inaudito! e io sarei dovuta restare in quella prigione chiusa a chiave con lei per tutto il giorno? non poteva privarmi delle mio poche ore di libertà e di tranquillità, le uniche opre prive di pensieri e di minacce, non poteva privarmi della scuola!!!
così abbiamo ripetuto la lotta che c'era stata per uscire dalla cucina. ma lì il pestaggio è stato peggiore. picchiavamo come indemoniate da tutte e due le parti, io per guadagnare l'uscita, lei per spingermi indietro. sono caduta riversa per terra molte volte e lei mi ha strappato un sacco di capelli, manovrando la mia testa con una larghezza impressionante, al punto che temevo che mi avrebbe sbattuta contro il muro.
ho gridato. l'ho chiamata puttana. ho implorato devcine di volte di lasciarmi andare. le ho tirato oggetti. ero fuori di me.
finalmente è venuto a salvarmi mio papà e sono venuta a casa sua, dove starò per qualche giorno... intanto mi hanno fissato un appuntamento per il 2 ottobre al centro x disturbi del comportamento alimentare di trento...dalla psicologa...e uno, il 6 ottobre, dal dottore di volano...

che dire...io l'ho sempre negato...ma forse hanno ragione loro...forse è vero che sto diventando anoressica...l'altro ieri mi sono venute le mestruazioni ma in pratica non ho perso sangue, solo due macchiette microscopiche...perdo i capelli a vagonate, e mi sono cresciuti i peli sulla pancia... e sono sottopeso... però non rientro ancora nei sintomi...peso ancora troppo...
sono solo una scema, in pratica. nè carne nè pesce. mezza sana mezza malata.
ieri sera ho preso il lassativo e mi sono contorta dal dolore per tutta la notte...e oggi a scuola la prof di greco mi ha fatto tradurre una frasetta e non sono stata capace di dirle una mazza anche se sapevo tutto...

per il resto - che dire - galleggio. galleggio a mezz'aria.
sono un pinguino, ecco cosa sono. un uccello, sì. ma troppo pesante per volare. ancora 2 chili, ancora 2 chili e sarebbe diverso. ma questo è solo un sogno. il pinguino non volerà mai.

un saluto a tutti e tanti auguri di buona fortuna...

8 commenti:

MaiDisperare ha detto...

Lo sai che quello che ha fatto tua madre è illegale?
In un paese civile queste cose non sarebbero tollerate...ma qui siamo in Italia i figli sono proprietà private su cui si ha diritto di usare violenza.
Mi dispiace tanto per te, davvero.
Cerca di stare il più possibile da tuo padre.
Un abbraccio.

vale84 ha detto...

Ciao!!!Anche mia madre è arrivata alle mani più volte con me...ed ero più grande di te!!!
Io la accusavo sempre...perchè non è giusto alzare le mani...ma ora che sono più lucida e sento tante storie di altre ragazze capiscono che è la disperazione che le spinge a fare questo...loro sanno benissimo che la colpa di quello che viviamo è anche nostra...Io sono stata anoressica 6 anni e all'inizio non accettavo questo termine...mi hanno sballotato da un sacco di medici, inutilmente!!!
Solo quando ho capito quello che avevo e cosa rischiavo ho deciso di impegnarmi e di uscirne...poi in realtà non ne sono uscita davvero dato che poi sono iniziate le abbuffate!!!
Cmq so che solo tu puoi convincertene, ma io penso che se fossi entrata prima in blog tipo quello di Veggie avrei capito tante cose e mi sarei resa conto di buttare veramente al vento gli anni migliori della tua vita!!!
Tu ancora sei in tempo per uscirne...ma devi volerlo!!!
Se ti va di parlare io ci sono...anche se ho 9 anni più di te non sono tanto vecchia ^_^

piuma ha detto...

aiuto perdere i capelli=( mi sta venendo la paura...

krys ha detto...

amore
io sarei nn avrei mangiato manco morta!!Cazz ti ha dett anoressica del cazz!
Sarebbe stato un pretesto per nn mangiare e essere fiera di qllo k sei!
fottitene di lei!
STA CON TUO PADRE K MI SMBRA SIA MEGLIO!

Michiamomari, e ha detto...

Ciao Leda, mi dispiace tanto, eppure vorrei anch'io farti ragionare come Vale.. scusa ma prova a farti questa domanda: se tu avessi un cucciolo che ami sopra ogni cosa, e DOVESSI affidarlo a un'amica che lo MALTRATTA tremendamente, e lo vedessi indifeso, sofferente e in pericolo, e NON riuscissi a strapparglielo, e NON riuscissi a convincerla a smettere di farlo soffrire, non credi che finiresti in una crisi di nervi da buttarti addosso a questa "amica" da cui non puoi prescindere? nn credi che combatteresti con lei ESATTAMENTE come ha fatto tua madre? Tu (parole tue) sei sottopeso, non hai già quasi più le mestruazioni, perdi i capelli a vagonate e ti sono cresciuti i peli sulla pancia (!!!), prendi lassativi e ti contorci dai dolori tutta la notte... ma scrivi "non rientro ancora nei sintomi...peso ancora troppo": guardalo da fuori, questo è DELIRIO. E' illegale pestare la gente, come dice MD, ma è quello che si fa quasi sempre qdo si cerca di tirare fuori dall'acqua uno che sta per annegare e che, annaspando, finisce sotto e cerca di tirare giù anche te.. e allora cosa facciamo, cavilliamo su cosa è "illegale"..? no, perché si fa di tutto per non lasciar crepare la gente.. e tu nn sei "gente": tu sei la FIGLIA di queste persone, la cosa + preziosa della loro vita. Svegliati, e accetta il loro aiuto e l'amore disperato che cercano di darti, come dimostrano proprio e anche queste scene che sono di straziante dolore anche per loro. Ti abbraccio.

Persefone ha detto...

Non sono d'accordo con nessuno.
Tra quelli che hanno commentato, intendo.
Tu sei una bella persona, lo si capisce, ma non stai bene.
Tua madre certo ti ama, è disperata, ma questo non le dà il diritto di parlarti a quel modo.
Non è così che ti aiuterà, non serve a nulla.
Ti direi di parlarne con lei o con tuo papà, ma forse è meglio che aspetti di vedere cosa ti dicono il 2 ottobre; nemmeno io, come la tua mamma, sono un dottore, per cui non posso dirti cosa fare.
Sei anoressica, si, e hai bisogno di sentirtelo dire.
anche se non sei solo questo, e penso tu lo sappia.
E dell'anoressia, scusate, non c'è nulla da andare fieri.
tienimi aggiornata, piccola, ci tengo.

E ricorda che non è una morale, perchè anche io sono come te.
ciao piccola.

Michiamomari, e ha detto...

Persefone non è d'accordo con me, ma io sono d'accordo con Persefone. Come mai? Forse perché pensiamo esattamente le stesse cose. Quando invito a comprendere una "crisi di nervi" non sto affatto dicendo che qualcuno ha il "diritto" di aggredire nessuno. Semplicemente, se riconosco una crisi di nervi come tale, non la considero una "scelta"., né un comportamento razionale, ma di pura disperazione. In fondo nn è quello che potremmo dire per tanti comportamenti autodistruttivi, che si attuano verso SE STESSI anche capendo che nn va bene, e nn lo si vorrebbe fare.. ? e allora, non credete che tutti abbiano bisogno di comprensione? forse questa apertura è sempre insufficiente, da parte di tutti verso tutti. Non che dirlo risolva il problema.. ma insomma, se siamo qui è perché tutti crediamo nel valore di scambiare i nostri pensieri.

Leda ha detto...

io comprendo mia madre infatti...dopotutto, sono un bel peso per lei che è già così fragile di per sè...mi vergogno moltissimo di quello che ho fatto...ma quando sono scappata la odiavo così tanto...mi ero giurata che mi sarei fatta portare dritta in tribunale a dire che volevo stare per sempre con mio papà...ma non ero lucida...e pensavo solo cazzate...
io questo post ce l'ho messo solo come testimonianza degli eventi, perchè per me sono stati importanti...non come atto d'accusa verso mia madre, ci mancherebbe...
io non avrei fatto la stessa cosa che ha fatto lei se fossi stata al suo posto, perchè in pratica non ho mai menato nessuno se non per difesa(come in questo caso)...però credo che se fossi stata una madre mi sarei sentita frustrata come lei...
io cerco sempre di fare queste cose di nascosto dai miei genitori, cerco di non mangiare quando non ci sono e quando ci sono di mostrare che ho buona volontà e che vado loro incontro...ma non capiscono...non funziona così...